• cosa fare a Firenze

    cosa fare a Firenze

Cosa fare a Firenze

Firenze

A dispetto della sua coerenza cromatica – noterete il susseguirsi ridondante di grigio e ocra, e l’onnipresente rosso del pregiato cotto su tutti i tetti e i pavimenti –, Firenze è una città dinamica, ricca e stimolante.
Vicoli, torri, usci e botteghe; marciapiedi strettissimi e piazze enormi; finestrine minuscole e logge imperiali. La ricchezza dei dettagli vi affascinerà tanto quanto lo splendore dei tesori rinascimentali che la città racchiude; in ogni angolo, scorcio, pertugio, troverete qualcosa di unico da fotografare.
Passeggiando per gli angusti vicoli, trovate qualche bel portone socchiuso, non fatevi intimidire e spiate dentro: avrete così l’occasione di capire dove Firenze custodisce la luce e i suoi meravigliosi giardini, rigorosamente privati.
Se, giustamente, proverete un brivido alla vista dei tetti di Firenze dalla Cupola del Brunelleschi, conservate le vertigini per quando tornerete coi piedi per terra, pensando a quante e quali suole illustri hanno calpestato lo stesso selciato medievale.
Dopo aver saziato gli occhi con le perfezioni marmoree del David, concedevi un romantico tramonto ammirando il Ponte Vecchio dal ponte di Santa Trinita: abbandonate lo sguardo alle correnti dell’Arno, e lasciatevi trascinare dallo scorrere del fiume fino a perdervi con lui fra le colline.

Il nostro consiglio per godervi Firenze è, dunque, banale: osservare, ascoltare, annusare e gustare, ma soprattutto passeggiare fino a consumare le suole delle scarpe. Basterà aguzzare i sensi, per saper cogliere quanto la città ha da offrire.


... e i fiorentini?

I fiorentini sono persone vivaci, dalla chiacchiera lunga e colorita; impossibile passeggiare per il centro senza imbattersi in qualche brioso scambio di urli fra le botteghe!
Lo vedrete anche voi, hanno il senso della teatralità: dalla politica alla cronaca, dal clima all’autobus che non passa mai, tra battute di spirito e polemiche ogni argomento sarà un succoso pretesto per dare sfoggia della ricchezza di espressioni vernacolari che costituiscono il corredo di ogni buon fiorentino. E il fiorentino, si sa, e un’è mai contento; qualche occasione per ragionare, la trova sempre!
E non provate a spiegar loro che non capite tutto quello che dicono: la loro è La Lingua, l’italiano ufficiale, Dante non concede tregua ormai da sette secoli.

Esteti raffinati e dall’animo gaudente, sono consapevoli dell’eleganza innata con cui sanno vivere il piacere metafisico della vista del duomo al tramonto e quello molto più terreno di una bistecca al sangue innaffiata di buon vino rosso. Possono risultare un po’ altezzosi, è vero, ma fatevi trascinare dal loro fascino: vi conquisteranno.

Visitare Firenze

Ok, siete a Firenze. Come orientarsi? Cosa visitare? Musei, palazzi storici, chiese… La città è piccola ma l’offerta è enorme: tra storia, arte e visioni mozzafiato non avrete che l’imbarazzo della scelta.



 




Prima volta a Firenze

La Firenze imperdibile: di seguito alcune proposte di itinerari, in base al tempo che avete a disposizione.

Firenze in 24 ore
Firenze in 48 ore
Firenze in 72 ore


Top




Firenze in famiglia

A Firenze con i bambini, una guida della città per famiglie, a cura del Touring Club Italiano.

Passaporto per famiglie: una piccola guida su musei e attività dedicate alle famiglie a cura della Fondazione Palazzo Strozzi.

Stampate questa speciale mappa del centro storico, studiata apposta per i più piccoli: sarà più divertente esplorare il centro storico tutti insieme!

Top




Firenze e le sue colline

A Firenze il rapporto con la campagna è strettissimo, ogni fiorentino appena può abbandona le raffinatezze della città per rifugiarsi sulle splendide colline che la circondano.
Provate l’esperienze di una fetta di pane abbrustolito con un filo d’olio novo, magari al tramonto, quando il sole cala sulle colline ordinatamente ricoperte di viti e ulivi e puntellate da antiche case coloniche in pietra.
Per non parlare del vino, immancabile compagno di un viaggio in Toscana. Raffinato, invecchiato in antiche botti di rovere, ma anche giovane, fresco, del contadino. Ovunque andrete, un buon bicchiere di vino rosso accompagnerà e sublimerà la vostra esperienza.
Insomma, i fiorentini la sanno lunga. Del resto, come resistere a paesaggi da cartolina e prodotti della terra sopraffini?

Il Chianti
Cartoguida del territorio del Chianti

Il territorio dell'Empolese-Valdelsa
Cartoguida del territorio dell’Empolese-Valdelsa

L’anello del Rinascimento. Trekking fra colline e vigneti intorno a Firenze.
Descrizione del percorso - Mappa

Scoprire i vini fiorentini
La Piccola Guida al Vino dei territori di Firenze, con incursioni nelle province di Siena, Prato e Pistoia

Top




Info utili e musei

Firenze Card

È una tessera che dura 72 ore dalla prima attivazione e ti permette di accedere una sola volta a ognuno dei Musei aderenti al circuito; con la tessera potrai visitare le collezioni permanenti, le mostre e tutte le altre attività organizzate nei musei appartenenti al circuito, accedendo dagli ingressi prioritari e senza effettuare la prenotazione. Con la card inoltre, nelle 72 ore di validità, potrai utilizzare tutti i mezzi di trasporto pubblico locale cittadino.

Costo: 72 €
Scopri di più

Una guida ai musei della città e della provincia
Area di Firenze - Area della provincia di Firenze

Scoprire i giardini di Firenze

Musei scientifici a Firenze

Top




Blog su Firenze

E, per finire, una piccola selezione di blog su Firenze per navigare fra storia, aneddoti e curiosità.

Te la do io Firenze

Curiosità su Firenze

Io amo Firenze

Love Florence

Top

logo footer

Via del Ponte di Certosa, 6 - 50124 Firenze

mobile: +39 338 1173769
e.mail: info@pontedicertosa.it

Contatti

Powered by BreezingForms